giulio ameglio

centoventi / 11

date » 16-01-2023

share » social

DANZANDO

Zarathustra dice: io crederei solo a un dio  che sapesse danzare.  Non è male come idea, a patto di considerare anche la vita come una danza. Un po' scomposta, disarmonica, e i danzatori (donne e uomini di ogni tempo) simili a fantasmi che con i loro movimenti sgraziati (talvolta anche un poco straziati) tentano di riempire un vuoto di senso e di prospettiva.
Ma ciò che forse è più interessante, e sollecita varie curiosità,  è  che da questa anarchica sinfonia di movimenti si generi in modo inaspettato una armonia complessiva, sorella di una pace sorprendente.
Ma cíè un problema, che ci getta in un paradosso forse irrisolvibile.
È necessario situarsi a una certa distanza per cogliere armonia e pace.

fotografie di Bull Armstrong
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.giulioameglio.it/centoventi_11-d14071

Share link on
Chiudi / Close
loading